Bitcoin: la previsione del CEO di Morgan Creek a 30.000 $

Durante un’intervista alla CNBC il CEO di Morgan Creek, Mark Yusko, ha avanzato una previzione sul prezzo di bitcoin, che sarebbe in fase parabolica, diretto verso quota 30.000 dollari.

“Penso che siamo in una nuova fase parabolica. Questo ci porterà probabilmente al livello di 30.000 dollari prima di un’altra piccola correzione”.

Infatti, tra ieri ed oggi, il prezzo ha nuovamente superato quota 12.000 dollari e l’attuale ciclo di mercato, secondo Yusko, potrebbe portare il prezzo a un nuovi massimi storici.

Il CEO di Morgan Creek non ha però specificato quale potrebbe essere il periodo di tempo necessario a raggiungere quota 30.000 $.

Inoltre, ha fatto notare che da ottobre 2018 bitcoin è l’asset finanziario più performante, sottolineando che fino ad oggi il prezzo è salito del 70% da ottobre 2018, ovvero prima del crollo di novembre, mentre il mercato azionario nello stesso periodo è risultato essere invece piuttosto piatto.

“Il percorso fino a 100.000 $ entro il 2021 è davvero facile da immaginare”.

Secondo Yusko, il futuro per il mercato azionario tradizionale, invece, sarebbe triste e cupo, perché le azioni sarebbero ad oggi sopravvalutate. Inoltre, le incessanti voci su possibili imminenti tagli dei tassi di interesse sarebbe indice di un’economia debole, non forte.

Il collega di Yusko a Morgan Creek, Anthony Pompliano, ultimamente aveva fatto notare che anche l’oro sta sovraperformando le azioni.

“Il prezzo di bitcoin si è apprezzato del 55% a maggio, ma, cosa più interessante, l’asset ha avuto una correlazione negativa con lo S&P 500 (-0,9%) e l’oro (-0,8%). Ciò significa che siccome le azioni e l’oro sono diventati meno attraenti, bitcoin sta diventando più attraente”.